domenica 22 febbraio 2015

OPEN


OPEN è segno che influenza lo spazio.
L’opera è generata dalla variazione compositiva di 4 moduli e dal suo processo trasformativo. I moduli sono vettori, forze che si attraggono e si contrappongono, strumenti di trasformazione. Si tratta di elementi che, nella funzione di modulo, si misurano e si pesano tra loro. I 4 moduli compongono e scompongono una croce intesa come “segno geometrico” e la variazione di asse, trasforma il controllo della visione da parte del testimone in una esperienza artistica ed estetica.

OPEN è una scultura che si pone come dispositivo spaziale che trasforma lo stato di inerzia dell’ambiente.